RUBRICA: Blogbanca

Una settimana da robot

L’inaspettato fa notizia. È un concetto intuitivo, che si impara alla prima lezione di un qualunque corso di giornalismo. Se un cane morde un uomo poco importa. Ma se un uomo morde un cane, la notizia c’è.

Ecco quindi una notizia in sequenza: a Edimburgo, Scozia, Fabio è stato assunto in un supermercato di Lussemburgo e, sette giorni dopo, è stato licenziato.

Fabio è un robot. Un supermercato scozzese l’ha assunto per “liberare” i colleghi dalle mansioni a scarso valore aggiunto (vi ricorda qualcosa?), come dare indicazioni ai clienti. In conferenza stampa, Fabio ha fatto un figurone. Ma nella realtà dei fatti, non si è dimostrato in grado di gestire i clienti, che trovavano le sue indicazioni confuse. Irritanti, persino. Per Fabio si è tentato il passaggio a un’altra mansione: il promoter. Se l’idea di un robot che propone assaggi di cibo nella corsia delle merendine vi lascia perplessi, consolatevi: anche i clienti del supermercato la pensavano così.

Tempo una settimana e Fabio era tornato nella scatola. Fabio ha fatto notizia perché nella narrazione del futuro che ci viene fatta, la tecnologia ci migliora la vita. Il nuovo, il tecnologico, è positivo per definizione. E invece Fabio non riusciva a mettere in attività “a scarso valore aggiunto” (ma il tema andrebbe approfondito) quel tocco umano che fa sentire i clienti soddisfatti.

Si dirà che Fabio era pioniere di un cambiamento inarrestabile. Che il cliente evolverà. Che la tecnologia migliorerà. Forse è così. Non mi fido di chi definisce qualcosa “inevitabile”.

Di sicuro, nella nostra interazione con la tecnologia restiamo profondamente umani, con buona pace di chi ci vorrebbe esseri razionali. I social network hanno messo in comunicazione quasi diretta miliardi di persone e nelle nostre tasche portiamo macchine con potenze di calcolo che i primi informatici potevano solo sognare. E usiamo questi strumenti incredibili per farci i fatti altrui, inveire contro le celebrità e diffondere video buffi. Per quanto tecnologizzati, restiamo umani. E vogliamo un tocco umano anche quando chiediamo a un commesso dove sono i biscotti al kamut.

Figuriamoci quando dobbiamo parlare di soldi.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

ALTRE RUBRICHE

Credito Imprese
Women Bank

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la Cookies Policy.
Cliccando "Acconsenti" l'utente accetta detto utilizzo.