La cybersecurity? Come l’uomo sulla luna

Nel 1962 c’era la missione Luna. Oggi l’obiettivo è internet sicuro entro 10 anni. Per Mark McLaughlin, CEO di Palo Alto Networks, non è un sogno ma un progetto realizzabile intorno a un tavolo globale, con gli stessi ideali del Presidente Kennedy.

“Cybersecurity Moonshot”

È la proposta presentata dal patron dell’azienda di cybersecurity nel corso del World Economic Forum di Davos. E l’iniziativa richiamerebbe tutta la sua passione per il celebre allunaggio del ‘62: il nome scelto è infatti “Cybersecurity Moonshot”. La missione? “Invitare i leader di tutti gli ambiti a sviluppare una narrativa condivisa per migliorare lo stato del mondo”, come dichiara lo stesso A.D, con un focus preciso sulla sicurezza informatica. Un tema molto caro anche al nuovo Global Centre for Cybersecurity nato di recente proprio a Davos.

Come Kennedy, tuti uniti per la cybersecurity

Per McLaughlin ripercorrere i passi di Kennedy è fondamentale. Occorre fissare una data di scadenza per la missione, coinvolgere sia il settore pubblico sia quello privato e riunire gli esperti di più settori: dalla tecnologia alla scienza, fino alla diplomazia.

Intelligence, tecnologia e formazione

Importante è quindi puntare in primis sulla condivisione automatica delle informazioni: ogni minaccia cyber rilevata deve essere condivisa a livello di intelligence in tutto il mondo. Non può mancare poi l’impegno per potenziare le tecnologie a diposizione, così come quello per la formazione e l’educazione sul tema.

La Nostra Newsletter

Ogni giovedì, nella tua casella di posta elettronica, riceverai le ultime notizie dal mondo bancario e ICT.

Seguici

twitter
linkedin
youtube
RSS
Bannerone maggio 2017

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la Cookies Policy.
Cliccando "Acconsenti" l'utente accetta detto utilizzo.