Vino e startup. Winelivery verso il milione di raccolta

Sfreccia il crowdfunding di Winelivery. Il servizio per la consegna di alcolici a domicilio punta ora a quota 1,2 milioni di euro: 650mila su CrowdFundMe, cui si aggiungerà la raccolta fondi dedicata ai soci.

La strategia di Winelivery

Per Winelivery si tratta della terza campagna su CrowdFundMe: dopo aver raccolto 150mila euro prima e 400mila euro poi, la startup punta ora a rafforzarsi in Italia e all’espansione all’estero. Winelivery mira infatti a diventare una enoteca “su due ruote” con sempre più clienti a cui consegnare vino, birra e distillati. Il tutto in meno di 30 minuti, alla giusta temperatura e senza costi di spedizione

I numeri di Winelivery

La campagna pubblica inizia dopo un round riservato ai 309 soci, ai quali si è aggiunta una lista ristretta di soci strategici, oltre a Gellify, piattaforma a supporto delle startup. La raccolta così ottenuta ha permesso a Winelivery di raggiungere l’obiettivo prefissato da 850mila euro. La startup è passata da un valore di 3,6 milioni a 7,2 milioni di euro in 9 mesi, con un aumento del fatturato pari al 600%. Il numero di download dell’app è invece cresciuto a quasi 30mila.

Winelivery alla conquista di 25 città

25 nuove città italiane e straniere saranno quindi raggiunte nei prossimi 2 anni. In Italia, dopo Milano, Bologna, Torino e Bergamo, di recente si è aggiunta Firenze, grazie all’accordo con Signorvino. La prossima tappa è Roma. Mentre oltre i confini nazionali si guarda a Monaco di Baviera. L’obiettivo è anche sviluppare il mercato B2B con il progetto Winelivery HoReCa destinato a clienti professionali.

La Nostra Newsletter

Ogni giovedì, nella tua casella di posta elettronica, riceverai le ultime notizie dal mondo bancario e ICT.

Seguici

twitter
linkedin
youtube
RSS
Bannerone Ab

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la Cookies Policy.
Cliccando "Acconsenti" l'utente accetta detto utilizzo.